Estratégia Straddle e Strangle

Os melhores corretores de opcoes binarias 2020:
  • FinMax
    FinMax

    O melhor corretor!
    Conta demo gratuita e treinamento para iniciantes!
    Inscreva-se bonus!

  • Binomo
    Binomo

    Corretor de opcoes binarias confiavel! Boa resposta!

La strategia straddle

La strategia Straddle è una trading option strategy non legata alla direzionalità del mercato. Il trader investe sulla volatilità del prezzo del sottostante, indipendentemente dalla direzione.

Tipi di strategie straddle

Le principali strategie straddle sono le seguenti:

  1. Long Straddle. Il trader acquista due opzioni call e put sul sottostante, con lo stesso strike price e scadenza.
  2. Short Straddle. Il trader vende due opzioni call e put sul sottostante, con lo stesso strike price e scadenza.

Come funziona la strategia long straddle

La strategia long straddle è utile quando il trader si aspetta una marcata volatilità del prezzo di mercato del titolo sottostante ma non sa in quale direzione.

Esempio. Nei momenti di attesa di una notizia che può sostenere o penalizzare il prezzo del titolo ( es. prima della presentazione di un bilancio o della conclusione di un’importante gara d’appalto ) c’è grande incertezza sul trend futuro, il prezzo del sottostante sembra stabile perché i mercati sono cauti ma si prevede una forte volatilità al rialzo o al ribasso del prezzo del titolo a seconda degli eventi.

Nella strategia long straddle il trader acquista un’opzione call e un’opzione put del sottostante, allo stesso strike-price e con la stessa data di scadenza.

Per aprire le due posizione paga due premi, uno per l’opzione call e l’altra per l’opzione put.

La somma dei due premi rappresenta il costo dell’operazione e la massima perdita possibile per il trader.

Se alla scadenza il prezzo del titolo è variato in modo tale da aver compensato il costo dell’operazione, indipendentemente dalla direzione del prezzo, il trader registra un profitto.

  1. Se il prezzo è aumentato, il trader esercita l’opzione call mentre rinuncia all’opzione put.
  2. Se il prezzo è diminuito, il trader esercita l’opzione put e rinuncia all’opzione call.

Nota. Il guadagno netto del trader dipende esclusivamente dalla volatilità del prezzo, sia positiva che negativa. Il prezzo può aumentare o diminuire, purché la variazione sia tale da compensare il costo dei premi pagati. Il trader è indifferente alla direzione del prezzo.

Os melhores corretores de opcoes binarias 2020:
  • FinMax
    FinMax

    O melhor corretor!
    Conta demo gratuita e treinamento para iniciantes!
    Inscreva-se bonus!

  • Binomo
    Binomo

    Corretor de opcoes binarias confiavel! Boa resposta!

Viceversa, se il prezo di mercato del sottostante resta stabile, il trader non ha alcuna convenienza a esercitare il diritto di opzione sia sulla call che sulla put.

In quest’ultimo caso il trader accusa una perdita pari al costo di apertura delle due posizioni.

Come funziona la strategia short straddle

La strategia short straddle è utile quando il trader si aspetta una sostanziale stabilità del prezzo di mercato del titolo sottostante.

Nella strategia short straddle il trader vende un’opzione short call e un’opzione short put del sottostante, allo stesso strike-price e con la stessa data di scadenza.

Dalle due posizioni incassa due premi, uno dalla short call e l’altro dalla short put.

La somma dei premi rappresenta il profitto massimo del trader.

Alla scadenza dell’opzione possono verificarsi due scenari:

  1. Se il prezzo del sottostante è invariato, le controparti delle opzioni non hanno alcuna convenienza a esercitare il diritto di opzione e il trader registra un profitto.
  2. Se il prezzo del sottostante è aumentato o diminuito, una delle due controparti esercita il diritto di opzione. Quanto maggiore è la variazione del prezzo rispetto allo strike price, tanto maggiore è la perdita del trader che ha adottato la strategia short straddle.

Attenzione. Nella short straddle la perdita potenziale è illimitata. Pertanto, il trader che la adotta si espone a un rischio elevato.

Come limitare il rischio della short straddle

Per limitare il rischio della short straddle è utile acquistare altre due opzioni long call e put con costo minore, in modo da compensare le eventuali perdite in caso di eccessiva volatilità dei prezzi.

In questo caso si parla di una strategia condor dalla forma del payoff.

Gli strike-price delle opzioni long call e long put ( P1 e P2 ) sono volutamente out of the money ( improbabili ) per ridurre il costo di apertura delle due posizioni.

Tuttavia, in caso di eccessiva volatilità del sottostante consentono al trader di fissare un limite massimo alla perdita.

La strategia Strangle: short e long

Analisi dei possibili profitti e perdite della strategia Strangle, sia short che long.

Si definisce strangle una strategia di opzioni che implica l’acquisto e/o la vendita simultanea di CALL e PUT con la stessa scadenza ma con uno strike differente. Gli strike delle opzioni sono solitamente OTM. Se le opzioni vengono acquistate l’operazione si definisce come long strangle, mentre se le opzioni vengono vendute si parla di short strangle. Di solito si apre una posizione strangle se si hanno delle aspettative sul movimento del titolo e si intende essere pronti per ogni scenario, sia quello più al rialzo che quello più al ribasso, oppure se si intende speculare sulla lateralizzazione del sottostante.

Un strategia simile è la straddle, che differisce dallo strangle per lo strike delle opzioni, che nel caso della strategia straddle è uguale per CALL e PUT. Parleremo più approfonditamente della strategia straddle nei prossimi articoli.

Si usa la strategia strangle per aumentare le probabilità di profitto a seconda dei movimenti del sottostante. In uno scenario in cui ci si aspetta un movimento improvviso, quindi un aumento di volatilità (ad esempio prima dell’annuncio di earnings) si apre una long strangle, mentre se ci si aspetta che il mercato lateralizzi o comunque ci si aspetta poco movimento, quindi calo di volatilità (ad esempio dopo l’annuncio degli earnings) si apre una short strangle. Mentre con la long strangle il rischio massimo è limitato ai premi pagati per le opzioni, con la short strangle questo è potenzialmente illimitato, poichè legato all’ascesa/discesa del titolo.

A prescindere dallo scenario e dalla scelta di andare long o short, è fondamentale monitorare i valori della greca delta che, ricordiamolo, indica il cambiamento del valore delle opzioni in base ai movimenti del prezzo del sottostante.

La strategia long strangle consiste nell’acquisto simultaneo di una CALL e di una PUT con la medesima scadenza e strike differente. In questo modo il trader si sta riservando il diritto sia di acquistare che di vendere il titolo sottostante al prezzo di uno dei due strike tramite il pagamento di due differenti premi, che corrispondono anche alla massima perdita derivante dall’operazione. Ci si può riferire all’apertura di una posizione con un acquisto come ad un’operazione “debit”, in questo caso Strangle Debit.

Il motivo per cui si sceglie di avviare una long strangle è perchè si hanno delle aspettative sul movimento del prezzo del titolo, più precisamente ci si aspetta una variazione significativa nella volatilità del sottostante.

Quindi si acquistano una CALL e una PUT con strike OTM rispetto al prezzo del titolo e con la stessa data di scadenza, in questo modo ci si sta assicurando una probabilità di guadagno a prescindere dalla direzione del movimento del prezzo.

Questa strategia è a rischio limitato, perchè come abbiamo già detto la perdita massima è data dalla somma dei premi pagati, mentre il profitto è potenzialmente illimitato, poichè non c’è limite all’ascesa o discesa di un titolo. Il profitto deriva quindi da un deciso spostamento del prezzo verso l’alto o verso il basso oltre lo strike ed entro la scadenza delle opzioni.

I punti di pareggio in questa strategia sarebbero due, quello per l’acquisto della CALL e quello per l’acquisto della PUT. Quello per l’acquisto della CALL è dato dalla somma dello strike con il premio pagato, quello della PUT è dato dalla differenza tra lo strike e il premio pagato.

In realtà però si deve considerare che la cifra totale pagata all’inizio è data dai premi di entrambe le opzioni sommati tra loro, quindi per un recupero totale delle spese di dovrebbe considerare questa somma, e non il premio per la singola opzione. Per cui il punto di pareggio per la CALL diventa la somma dei premi pagati più lo strike dell’opzione, mentre per le PUT diventa la somma dei premi pagati sottratta allo strike dell’opzione. Quindi:

Punto di pareggio CALL = Premio CALL + Premio PUT + Strike CALL

Punto di pareggio PUT = Strike PUT – Premio CALL – Premio PUT

Se alla scadenza delle opzioni il prezzo del titolo non ha subito variazioni tali da raggiungere uno degli strike si è in perdita, perchè non si è verificato lo scenario previsto e le opzioni sono scadute senza valore.

Se invece si è verificata la previsione e il prezzo ha subito una grossa variazione superando uno dei due strike e uno dei due punti di pareggio allora si è in profitto.

Vediamo un breve esempio di long strangle. Il titolo ABC a gennaio 2020 quota 50$ e secondo la nostra previsione esso subirà un picco di volatilità entro un mese. Apriamo quindi una long strangle, compriamo una CALL con strike a 70$ e una PUT con strike a 30$, entrambe con scadenza ad un mese. Per l’acquisto della CALL paghiamo un premio di 3$, mentre per la PUT paghiamo 2$. La nostra spesa totale, ed anche la massima perdita, è quindi di 500$, cioè la somma dei premi per 100 (ricordiamo che un’opzione muove 100 azioni). I punti di pareggio di questa operazione quindi sono:

CALL = 70$ + 5$ = 75$

Se alla scadenza delle opzioni il titolo non avrà raggiunto nessuno dei due strike saremo in perdita.

Se invece raggiungesse lo strike della CALL, saremmo in profitto una volta superato il punto di pareggio, quindi i 75$.

Se raggiungesse lo strike della PUT, saremmo in profitto una volta superato il punto di pareggio, quindi 25$.

Grafico di riferimento:

Come abbiamo accennato sopra, oltre alla long strangle si può aprire anche una short strangle. La short strangle consiste nella vendita simultanea di una CALL e di una PUT, con strike OTM e differente tra le due opzioni ma con la stessa data di scadenza. Rispetto alla long questa strategia è considerata estremamente più rischiosa, poichè il rischio dipende dall’ascesa/discesa del prezzo del sottostante, che non ha potenzialmente limiti.

Il profitto derivante dall’operazione è dato dalla somma dei premi ricevuti dalla vendita, e il calcolo dei punti di pareggio è il medesimo visto in precedenza per la long strangle, quindi:

Punto di pareggio CALL = Premio CALL + Premio PUT + Strike CALL

Punto di pareggio PUT = Strike PUT – Premio CALL – Premio PUT

Di solito questa strategia si usa quando non ci si aspettano movimenti significativi di volatilità del titolo sottostante e il proprio scopo è la speculazione. Essendo però il rischio potenziale molto elevato è necessario essere molto ben capitalizzati. I profitti derivanti dalle vendite delle opzioni consentono la crescita dei propri fondi nel caso in cui le opzioni non vengano mai esercitate. Un’operazione che comporta all’apertura la ricezione di un premio si definisce come “credit”, quindi in questo caso si parla di Strangle Credit.

Se alla scadenza delle opzioni il titolo non si è avvicinato a nessuno dei due strike quindi si è in profitto, mentre se il titolo supera uno dei due strike si è in perdita, e si è obbligati a vendere o comprare il titolo.

Vediamo un breve esempio di short strangle. Siamo a gennaio 2020 e il titolo ABC quota 50$, secondo la nostra previsione non ci saranno grandi variazioni di volatilità entro un mese, pertanto volendo speculare decidiamo di aprire una short strangle. Vendiamo quindi un’opzione PUT con strike a 30$ e un’opzione CALL con strike a 70$. Per la vendita ricaviamo un premio di 400$, che è dato dalla somma dei due premi, cioè 2,5$ per la PUT e 1,5$ per la CALL. Il premio sarà anche il massimo profitto che ricaveremo dall’operazione. I punti di pareggio di questa operazione quindi sono:

CALL = 70$ + 4$ = 74$

Se lo strike sale oltre i 74$ siamo in perdita, stessa cosa se scende sotto i 26$.

Se alla scadenza dell’opzione non si è verificato alcun movimento significativo e il prezzo non ha raggiunto uno dei due strike siamo in profitto. Nel caso in cui invece avesse raggiunto uno dei due strike, saremmo obbligati a comprare o vendere il sottostante, a seconda che si tratti dell’opzione PUT o CALL. L’ammontare della perdita varia in base alla distanza tra il prezzo del sottostante e lo strike dell’operazione.

Grafico di riferimento:

Quindi ricapitolando, la strategia Strangle consiste nell’apertura di una posizione mediante l’acquisto o la vendita simultanee di CALL e PUT con la stessa scadenza e strike OTM differenti tra loro.

Si tratta di una strategia che si usa in relazione alle previsioni sull’andamento prossimo della volatilità del sottostante. Nel caso in cui ci si aspetti un picco di volatilità si aprirà una posizione long, nel caso in cui ci si aspetti una volatilità poco variabile si aprirà una posizione short.

Strategia Straddle e Strangle: la differenza

Gli ampi movimenti di prezzo, sia verso il rialzo che verso il basso, consentono agli investitori e, quindi, ai trader di guadagnare parecchio a mezzo della strategia Strangle e della strategia Straddle che sono alquanto simili. Una long Straddle consiste in un acquisto simultaneo di una Call e di una opzione Put: una short straddle è simile ad una short strangle ed ha un potenziale di profitto massimo limitato. Ne consegue, che la Strangle è generalmente meno costosa di una strategia Straddle, dato che i contratti vengono acquistati con prezzi differenziati.

La strategia Straddle e la strategia Strangle sono entrambe strategie di opzioni che permettono al trader, su movimenti significativi verso l’alto o verso il basso del prezzo di un titolo, di raggiungere ottimi profitti con abbastanza tranquillità . Entrambe sono costituite da un acquisto di un numero pari di opzioni call e put, con la stessa data di scadenza: l’unica differenza è che la Strangle ha due differenti prezzi di esercizio, mentre la strategia Straddle ha un prezzo di strike identico.

Se una società sta per rilasciare i suoi risultati relativi alle ultime tre settimane, ma non si riesce a sapere se la notizia sarà a favore o molto negativa, questo sarebbe un ottimo momento per entrare a mercato con una strategia Straddle , poiché quando i risultati vengono rilasciati l’azione è probabile che sia nettamente superiore od inferiore del prezzo di partenza.

Il tipo di strategia Straddle, di conseguenza, è consigliabile solo quando si prevede un forte rialzo od un forte ribasso del sottostante. Viceversa è assai preferibile effettuare una vendita dello strangle: occorre porre molta attenzione in questa operazione in quanto ci si espone a perdite illimitate in entrambe le direzioni. Si può dire che ci vuole qualche “esperienza” per muoversi senza rischi, o quanto meno, per contenerli a dovere.

Os melhores corretores de opcoes binarias 2020:
  • FinMax
    FinMax

    O melhor corretor!
    Conta demo gratuita e treinamento para iniciantes!
    Inscreva-se bonus!

  • Binomo
    Binomo

    Corretor de opcoes binarias confiavel! Boa resposta!

Quanto você pode ganhar em opções binárias?
Deixe uma resposta

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: